...

Viaggio gay in Marocco

Viaggio LGBT Marocco

Il Marocco è un luogo magnifico di dune di sabbia, spiagge, mercati affollati, città di villeggiatura e montagne mozzafiato. Si trova a meno di 15 chilometri a sud dell’Europa, attraverso lo stretto di Gibilterra. È un paese splendido che coinvolge tutti i tuoi sensi, rendendolo una destinazione che merita senza dubbio una visita. Il Marocco ha la reputazione di essere un luogo fantastico per molti tipi diversi di visitatori. Ma non è generalmente riconosciuto per essere un paese particolarmente gay-friendly, come alcuni altri paesi come il Costa Rica. Tuttavia, questo non significa che i viaggi LGBTQ siano totalmente assenti. I gay possono ancora prenotare un viaggio in Marocco e muoversi liberamente in tutto il paese.

Tour in Marocco agenzia di viaggi con il suo spirito di accettazione e tolleranza farà in modo di rendere il vostro tour in Marocco, indipendentemente dal vostro genere o orientamento sessuale, uno da ricordare. Non esitate a contattarci per ulteriori informazioni.

Viaggio gay in Marocco

Matrimonio omosessuale in Marocco:

A differenza di alcuni altri paesi, dove il matrimonio tra persone dello stesso sesso è permesso, l’omosessualità è illegale in Marocco e punita con un massimo di tre anni di prigione. Tuttavia, questo è raramente applicato, e la severità della pena varia nel paese. In effetti, questa regola non si applica ai partner omosessuali non marocchini che viaggiano o rimangono insieme nei loro viaggi. 

Viaggio gay in Marocco:

Quando si visita il Marocco come viaggiatore gay, è essenziale rispettare la cultura locale e usare discrezione in pubblico. In realtà, sia le coppie gay che quelle etero dovrebbero evitare le manifestazioni pubbliche di affetto. Il bacio eterosessuale in pubblico può portare sia la donna che l’uomo ad essere multati o imprigionati. La popolazione prevalentemente musulmana del paese è conservatrice quando si tratta di PDA. Poiché questo vale sia per la comunità gay che per quella etero, la comunità LGBTQ non dovrebbe essere offesa da questo fatto quando viaggia in Marocco, poiché è semplicemente un simbolo di rispetto culturale.

Qualsiasi turista, gay o etero, che arriva in una nuova nazione dovrebbe considerare le tradizioni e i costumi di quel paese, non solo per la sicurezza ma può anche essere visto come un’opportunità per imparare a vivere in una nuova nazione immergendosi nella cultura. Vedere qualcosa dall’esterno rispetto a viverla dall’interno offre due prospettive molto diverse su uno stile di vita.

Viaggio nel Marocco gay con accettazione:

Indipendentemente dal fatto che le persone LGBT non sono rare in Marocco, i marocchini si aspettano ancora che i ragazzi sposino le donne e abbiano una famiglia. Sarebbe poco comune non farlo. Questa è una delle sfide che i turisti omosessuali possono incontrare mentre interagiscono con la gente del posto. Tuttavia, le coppie dello stesso sesso in vacanza nelle grandi catene di hotel o nei riad di proprietà straniera in luoghi come Marrakesh non dovrebbero avere problemi perché sono abituati a una vasta gamma di ospiti.

Tenersi per mano tra maschi non è comune in paesi come il Marocco, anche se mostra solo la cordialità maschile e niente di più. Quindi, se vedi qualcosa del genere, non saltare alle conclusioni. È anche possibile che non lo vedrai così frequentemente in luoghi più urbani. La maggior parte dei marocchini sono consapevoli del fatto che nel mondo occidentale, due uomini che si tengono per mano sono spesso considerati come se avessero una relazione. I marocchini vorrebbero evitare questa presunzione.

Viaggio in Marocco gay, destinazioni:

Il Marocco è un paese di diversità e di paesaggi bellissimi. Che tu sia gay o etero, ci sono un sacco di luoghi e siti mozzafiato che devi visitare quando prenoti un tour in Marocco. Eccone alcuni:

Marrakech, la città rossa:

Marrakech è una città pittoresca circondata da edifici e muri rossi e rosa. La città vecchia è anche registrata come patrimonio mondiale. Inoltre, le strade sono piene di fascino con una meravigliosa miscela di razze e culture europee e africane.

La città è piena di cose divertenti da fare in Marocco, come interagire con la vivace gente del posto e visitare graziosi negozi di alimentari, rendendola la destinazione perfetta per tutti.

Marrakech è una delle città da visitare durante il tuo viaggio in Marocco. È sempre piena di feste a Jemma El Fna, il centro del turismo!

Chefchaouen, la perla blu:

Chaouen o Chefchaouen, situata nel nord del Marocco, è diventata una destinazione popolare per chi ama viaggiare. L’intera città è dipinta di blu, facendovi sentire come se foste entrati in un mondo di fiaba.

Tutto, dalle porte delle case, le cornici delle finestre, le scale e le cabine sono dipinte di blu, creando la scena più fotogenica che si possa vedere! La gente della città è anche calma e accomodante, permettendoti di rilassarti e calmare la tua anima.

La mattina presto è il momento migliore per godersi una passeggiata in città. Quando il sole è basso nel cielo, non ci sono ombre, quindi si possono fare belle foto, e il colore blu è ancora più bello che durante il giorno.

Deserto di Merzouga:

Un viaggio gay a Merzouga e un tour del deserto sono senza dubbio le cose più belle che puoi fare quando visiti il Marocco. Infatti, il giro in cammello e la notte nell’accampamento sono due dei momenti più memorabili che puoi portare con te nel tuo paese. Il trekking in cammello sulle ampie dune, assistere al più incredibile tramonto del Sahara, cantare canzoni berbere vicino all’accampamento berbero, dormire sotto le stelle abbaglianti e passare la notte nell’accampamento nel deserto sono le migliori attività da provare lì. Ci sono diversi ricordi incredibili che non dovrebbero essere persi. 
Questa piccola e bella città offre molte altre attività come il quad, la visita al popolo Gnaoua e ai nomadi. 

Fes, la città culturale:

Fes è considerata la seconda città più grande di tutto il paese. Fu costruita su una riva del fiume Jawhar da Idris I nel 789. A causa della diaspora delle famiglie andaluse esiliate da Cordova durante la loro rivolta contro gli Omayyadi d’Andalusia, così come l’emigrazione delle famiglie arabe bandite da Kairouan, la città prese un carattere arabo.

Fes è considerata un elemento importante della storia del Marocco. Decine di famiglie arabe furono sfollate e si stabilirono a Fes, diventando il primo quartiere conosciuto come Al Qarawiyyn. Inoltre, gli andalusi che furono sfollati dall’Andalusia si trasferirono in quella che divenne nota come la zona di Al Andalusi. L’area di Al Mallah era dove vivevano gli ebrei.

Quando ‘Idris I’ morì, suo figlio fondò la seconda città sulla riva sinistra del fiume. La città era ancora separata in due città. Più tardi, Yusuf Ibn Tashfin invase la città e diede l’ordine di unificare le due città sotto la dinastia degli Almoravidi. Yusuf Ibn Tashfin è considerato il secondo fondatore della città, dato che alla sua età si era evoluta in un’installazione militare, un centro religioso, scientifico e culturale.

La Kasbah di Ait Benhaddou:

Dal 1987, lo ksar di Ait Benhaddou fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Durante il periodo coloniale francese, era conosciuto come il “Mont-Saint-Michel des Chleuhs”. Lo ksar di Ait Ben Haddou è un’eccellente illustrazione dell’architettura del sud del Marocco. Lo ksar è soprattutto una comunità di case. Le case si raggruppano all’interno delle mura difensive, che sono rafforzate da torri d’angolo e trafitte da una porta bloccata, alcune modeste, altre come castelli urbani in miniatura con alte torri e porzioni superiori dipinte con motivi di mattoni di argilla, ma aree condivise.

Si tratta di un’eccezionale collezione di strutture che fornisce una panoramica completa delle tecniche di costruzione in terra cruda pre-sahariane. Anche se la sua struttura e il suo metodo si sono diffusi abbastanza presto nelle valli del sud del Marocco, gli edifici più antichi non sembrano essere più vecchi del XVII secolo.

La città di Essaouira:

Essaouira è considerata la città ventosa del Marocco. Un mix di spiagge magnifiche, mare eccellente e venti alisei tropicali quasi costanti ha trasformato questa città da un porto vivace in una delle migliori località al mondo per il windsurf, il kiteboard e altri emozionanti sport acquatici. La città ha un doppio passato, come si vede dalle massicce mura che circondano questo storico centro commerciale marocchino. Una volta un castello portoghese, i cannoni arrugginiti tra i bastioni puntano ancora verso il mare, e l’architettura della città conosciuta come Mogador ha un tocco europeo. I piccoli vicoli tortuosi, tuttavia, sono pieni del suono del canto Gnaoua e delle donne in Haiks bianco che tessono le loro mani.

Città di Ouarzazate:

In passato, la regione di Ouarzazate era il punto di partenza delle vie delle oasi e della via delle 1000 Kasbah. Era anche un crocevia economico e culturale per le popolazioni dell’Alto Atlante e le tribù subsahariane.

I primi residenti conosciuti di questa terra sono i berberi. Dopo l’occupazione francese negli anni 30, la regione ha accolto anche africani, ebrei, arabi ed europei. La mescolanza di diverse razze e background culturali dà a Ouarzazate il suo sapore distinto;

È conosciuta come la città del cinema del Marocco. I suoi meravigliosi panorami naturali e la sua opulenta Kasbah sono stati utilizzati come sfondo per diversi film. Questo include Lawrence d’Arabia, Il Gladiatore, Prison Break e Game of Thrones.

I produttori cinematografici scelgono di girare lì. Non solo per il paesaggio desertico, gli studi, le Kasbah e gli Ksour, i tecnici cinematografici competenti, ma anche per la qualità della luce. Il sole è così luminoso e brillante a Ouarzazate che le autorità hanno deciso di costruirvi una centrale solare. È uno dei più grandi produttori di energia sostenibile al mondo. Noor, che significa “illuminazione”, è il nome dell’impianto solare.

Diritti LGBTQ in Marocco:

Le prospettive per l’uguaglianza LGBTQ in Marocco rimangono scarse. I valori tradizionali e una rigida cultura religiosa implicano che il Maghreb probabilmente ci vorrà molto tempo per raggiungere gli standard occidentali di accettazione LGBTQ. Kif-Kif, che significa “allo stesso modo”, è un’organizzazione per i diritti del Marocco LGBTQ situata in Spagna che vale la pena menzionare. Ha pubblicato una rivista chiamata Mithly.

Le tradizioni e le leggi del Marocco possono non essere ancora in sintonia con il vicino mondo occidentale a causa delle profonde tradizioni religiose e familiari del paese. Tuttavia, il Marocco continua ad attrarre la comunità omosessuale come una vacanza magica ed esotica. I visitatori LGBTQ che visitano il Marocco dovrebbero fare attenzione, ma sono certi che si tratta di un luogo fantastico con molte cose da fare e da vedere.

Viaggio nel Marocco gay con Touring in Marocco:

Tour da Marrakech:

La maggior parte dei nostri tour in Marocco partono da Marrakech. È sicuro assumere che nessun visitatore che visita il Marocco dovrebbe saltare una visita a Marrakech. Per questo motivo, come operatore di viaggi in Marocco, è nostra responsabilità fornirvi i migliori tour personalizzati di gruppo e privati nel deserto da Marrakech. Con anni di esperienza professionale, il nostro staff ha creato una varietà di itinerari turistici che sono comunemente prenotati dai viaggiatori. Poiché il deserto del Sahara è considerato il punto culminante di tutti i viaggi in Marocco, abbiamo cercato di includerlo nella maggior parte dei nostri tour in Marocco. Clicca qui per personalizzare il tuo itinerario da Marrakech.

Tour da Casablanca:

Abbiamo personalizzato alcuni itinerari di viaggio da Casablanca in base alle richieste dei clienti passati. Come detto prima, il deserto del Sahara è il punto culminante di tutte le escursioni in Marocco e, di conseguenza, abbiamo pianificato tutti gli itinerari di Merzouga, così come diversi itinerari nel deserto di Zagora. Inoltre, abbiamo personalizzato i viaggi a Casablanca in siti culturali, economici e commerciali. Per pianificare il vostro itinerario di Casablanca, cliccate qui.

Tour da Fes:

I tour di Fes, sia individuali che di gruppo, sono molto popolari nelle nostre vacanze in Marocco. Quando si tratta di città marocchine verso le quali i viaggiatori volano. Stiamo parlando di Fes e Marrakech, due città culturali. Di conseguenza, il nostro team di tour operator “TIM” ha creato numerosi itinerari basati su alcuni vecchi ordini dei clienti. Coppie, famiglie e piccoli gruppi sono i benvenuti nei nostri viaggi nel deserto da Fes. Inoltre, possiamo organizzare un viaggio privato in solitaria.
Se volete modificare un itinerario di viaggio in varie città o località, cliccate qui.

Tour da Tangeri:

Tangeri è una delle attrazioni turistiche più popolari del Marocco. Di conseguenza, il nostro staff professionale ha modificato alcune delle escursioni che i viaggiatori tipicamente prenotano. Oltre ad offrire viaggi nel deserto, forniamo anche tour personalizzati di gruppo e privati nel deserto da Tangeri. Tuttavia, se gli itinerari forniti non soddisfano le vostre esigenze, potete semplicemente contattarci e creeremo un piano che si adatta a voi.

Domande frequenti:

È sicuro per le coppie gay viaggiare in Marocco?

Tuttavia, nonostante le sue leggi regressive, il Marocco rimane uno dei paesi più sicuri in Africa per i viaggiatori LGBT, e in effetti, uno dei più tolleranti nel mondo islamico. Tuttavia, nonostante le sue leggi regressive, il Marocco rimane uno dei paesi più sicuri in Africa per i viaggiatori LGBT e, in effetti, uno dei più tolleranti del mondo islamico. Può aver avuto un passato colorato, ma Tangeri non ha più alcun tipo di scena gay.

Il Marocco è sicuro per i turisti gay?

Il Marocco non è un luogo sicuro per i viaggiatori LGBTQIA+ che vogliono mostrare pubblicamente la loro sessualità e/o identità di genere al di fuori di un binario eterosessuale altamente conservatore. L’articolo 489 del codice penale rende l’omosessualità illegale e punita con il carcere e le multe.

Marrakech è LGBT amichevole?

Marrakech è considerata la più aperta delle città. Non ha club o bar gay, anche se alcuni quartieri sono noti per essere luoghi di ritrovo LGBTQ, e alcuni club attirano un pubblico più vario. Questo è dovuto in parte al gran numero di coppie LGBT ex-pat che si sono trasferite qui, in particolare dalla Francia.

Agadir è LGBT amichevole?

Che il paese lo ammetta o no, il Marocco è stato e continua ad essere una delle destinazioni preferite dai visitatori LGBTQ. Città come Tangeri, Marrakesh e Agadir sono state a lungo popolari destinazioni di viaggio gay.

Articoli da leggere:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Open chat
Viaggiando presto in Marocco?
Ciao! Lasciateci pianificare il vostro tour in Marocco con esperti!