Couscous marocchino, ricetta, stile, origini e altro

Couscous marocchino

Il couscous è solo marocchino? Chi l’ha inventato?

Il couscous non è solo marocchino, ma uno dei piatti emblematici dei paesi del Maghreb. È composto da diversi alimenti: semola di grano duro, carne o pesce, verdure e spezie.

Un’origine orientale:

Il termine couscous può riferirsi alla semola stessa o all’intero piatto. È difficile sapere da dove viene il piatto couscous, poiché le diverse culture del Maghreb hanno modi diversi di prepararlo e descriverlo. E tutti discutono sull’origine di questo piatto tradizionale di diverse culture. Tuttavia, gli storici sono per lo più d’accordo che si tratta di un piatto di origine berbera.

Couscous berbero

Il popolo berbero è un gruppo etnico indigeno del Nord Africa. Traggono la loro conclusione dal fatto che il più antico couscoussier (utilizzato per preparare il couscous) è stato trovato nella regione di Kabylie nel XI secolo, quando era occupata dal popolo berbero. Inoltre, la parola couscous deriva dalla lingua berbera “k’seksu”.

Il cuscus è un piatto talmente emblematico del Maghreb che fa ufficialmente parte del “Patrimonio comune maghrebino”. Può essere consumato come piatto quotidiano nelle famiglie maghrebine, ma può anche essere servito in occasioni speciali come nascite, funerali, matrimoni o altre cerimonie religiose. Il cuscus è un piatto che si presta bene alle riunioni familiari o comunitarie poiché è un piatto di condivisione, quindi il cibo si cuoce tutto in una volta e può deliziare gli stomaci di molti ospiti. Inoltre, esiste un set di couscoussier di molte dimensioni diverse a seconda delle esigenze.

Il couscous attraverso le epoche

La prima traccia del couscous nella cultura occidentale si trova nel romanzo Pantagruel di Rabelais del 1532. È tuttavia durante la colonizzazione dell’Algeria nel XIX secolo che il cuscus diventa noto a una parte maggiore della popolazione. È nel XX secolo, con l’ondata di immigrazione massiccia dei “Pieds-noirs” (i francesi d’Algeria) che il couscous ha preso un posto più importante nella cucina occidentale e soprattutto francese. Inoltre, oggi, non è necessario essere marocchini o di origine nordafricana per mangiare il couscous, un piatto che è diventato uno dei primi tre piatti preferiti dai francesi.

Il cuscus non è cambiato molto attraverso le epoche, e troviamo la stessa composizione di stufati di verdure, semola di grano duro e carne o pesce come Merguez, pollo, polpette, ecc. D’altra parte, ci sono diverse versioni a seconda della ricchezza e dell’accessibilità del cibo della famiglia che lo prepara. Per esempio, nel deserto, il couscous è spesso preparato con carne salata ed essiccata, poiché la carne è difficile da trovare in questa zona. Nel bacino del Mediterraneo, si ama servire il cuscus con il pesce. Per coloro che hanno pochi soldi, non è raro mangiare il cuscus solo con le verdure poiché la carne è un bene costoso.

Il cuscus è tradizionalmente presentato in un piatto di terracotta, una tajine. Si cucina in un couscoussier che può assumere diverse forme. Per fare un buon couscous, scegliete un buon cuscussiera.

Non vedi l’ora di provare il couscous marocchino?

Se siete disposti a provare il couscous marocchino oltre ad altri cibi marocchini, non c’è modo migliore che visitare il Marocco. Tour In Marocco è un’agenzia di viaggi specializzata nell’organizzazione di tour in Marocco a prezzi accessibili. Unisciti a noi per un’esperienza indimenticabile per gustare il cibo tradizionale marocchino. Contattateci ora!

La ricetta originale del cuscus:

Il couscous come lo conosciamo oggi con i suoi diversi tipi di carne e talvolta anche di pesce è piuttosto un’interpretazione moderna del couscous.

Ricetta tradizionale marocchina del couscous

Ricetta del couscous:

In origine, il cuscus veniva servito con un solo tipo di carne. Infatti, poiché lo scopo della cottura del couscous è che la semola sul cestino prenda il sapore della carne che cuoce sotto. Ecco perché si fa il couscous con l’agnello, il pollo, ecc.

L’origine e la tradizione del couscous:

Tradizionalmente, il couscous si faceva con montone, cammello, pesce, pollo… a seconda di ciò che era disponibile, e si usavano soprattutto i pezzi da cuocere a fuoco lento. Per quanto riguarda le verdure, si usavano quelle di stagione poiché il couscous è un piatto che si può preparare tutto l’anno.

Per il semolino, tradizionalmente si mescolava semolino sottile e spesso, farina e acqua. A volte si aggiungevano ceci a questa miscela.

Per quanto riguarda le spezie, tradizionalmente le spezie principali del cuscus erano il ras-el-Hanout e l’harissa. A seconda del tipo di carne utilizzata, si potrebbe aggiungere zenzero, vari peperoni o cannella. Si potrebbero anche trovare cipolle caramellate o uva passa per un tocco dolce/salato.

Si può notare che a parte l’uso di una sola carne e di una semola precotta, la ricetta del couscous non è cambiata molto nel corso dei secoli.

La ricetta tradizionale:

Per fare una versione tradizionale del couscous marocchino (nordafricano), assicurati di usare una couscoussier tradizionale! Anche se oggi l’acciaio inossidabile è la norma, si possono ancora trovare cuscussiera in terracotta, il materiale che veniva originariamente utilizzato per cucinare il cuscus. La terracotta ha il vantaggio di essere tradizionale e bella, ma è un materiale pesante e difficile da maneggiare. Ci vuole anche più tempo per condurre il calore rispetto ai materiali più recenti, e può usurarsi facilmente se non è curato. È anche spesso più costoso perché è più bello ed elaborato.

Cuscussiera:

Se preferite usare un cuscussiera moderno per preparare il vostro couscous, potete sempre presentarlo in un piatto tagine tradizionale, che farà al caso vostro.

Per quanto riguarda la preparazione della semola cruda, bisogna lavorarla in modo particolare per seguire la ricetta originale del couscous. Avete bisogno di un piatto grande, non troppo profondo ma piuttosto largo.

Versare un filo d’olio d’oliva sulla semola e sbriciolarla con le dita. Poi aggiungi dell’acqua fredda e fai rotolare i grani tra i palmi delle mani. Lasciate riposare il semolino per un po’ prima di cuocerlo per circa 15 minuti nel cestello a vapore.

Togliete il couscous e strofinate di nuovo la semola tra le mani, aggiungendo un po’ d’acqua. Rimettete il couscous nel cestello della vaporiera per altri 15 minuti. Potete ripetere questo processo fino a quando non sarete soddisfatti del couscous. Quando è il caso, togliete la semola e aggiungete una specie di burro rancido chiamato “smen” prima di sgranare la semola un’ultima volta.

La ricetta del couscous marocchino:

Per preparare il couscous marocchino, bisogna rispettare alcune regole. In particolare, si consiglia di utilizzare un solo tipo di carne. Scegliete quella che preferite. Può essere montone, pollo, agnello… Fate come volete! Se vuoi un couscous marocchino con più di un tipo di carne, allora è più simile a un couscous marocchino reale. Dopo la ricetta del couscous tradizionale, vi diremo cosa aggiungere per fare del vostro couscous marocchino un couscous reale! La ricetta richiede almeno 2 ore. L’obiettivo è che tutti gli alimenti cuociano allo stesso tempo, quindi se non hai tutto questo tempo, ti conviene fare la ricetta per un altro pasto!

Qui vi daremo la ricetta del couscous marocchino per circa 6 persone. Prima di tutto, avrete bisogno di un couscoussier di circa 4 a 6 L di capacità. Trovate qui sotto le prove di couscoussier per confrontare i modelli e scegliere quello che fa per voi.

Gli ingredienti:

  • 1,5 kg di spalla di montone tagliata in pezzi grandi.
  • 2 cipolle bianche tagliate a strisce.
  • 1 mazzo di prezzemolo.
  • 1 bicchiere grande di ceci secchi.
  • 4 cucchiai di olio inodore (tipo girasole).
  • 4L di acqua.
  • 1 dado da brodo.
  • Verdure: Questo è quello che avete in stagione! 2 zucchine, 4 rape, 2 patate, 4 carote, 1 pomodoro… scegliete il numero di verdure che vi piace.
  • Spezie: 1 cucchiaino di Rass el Hanout, zenzero, pepe nero.
  • 1/2 cucchiaino di zafferano.
  • 1 peperone dolce.
  • Sale.
  • Semola: 1 kg di couscous medio.
  • 2 a 4 cucchiai di olio d’oliva.
  • 1/2 bicchiere di acqua temperata.
  • Smen.

Le varie fasi:

Scaldare l’olio nella pentola del cuscussiera, poi aggiungere la carne. Aggiungere le cipolle, il mazzo di prezzemolo così come le spezie, poi mescolare. La carne deve essere leggermente colorata.

Aggiungere i ceci e il peperone dolce. Mescolare e aggiungere l’acqua, coprendo il tutto. Lasciate cuocere coperto mentre preparate le verdure.

Sbucciare e tagliare le verdure in pezzi grandi. Aggiungere le verdure più dure quando la carne si stacca dall’osso e cuocere per 15 minuti prima di aggiungere il resto delle verdure per altri 15 minuti.

Nel frattempo, preparare la semola. Mettetelo in una ciotola con l’olio d’oliva. Mescolare con le dita e spruzzare con acqua a poco a poco. Poi, mettere la semola nel cestello del couscous. Dopo circa 15 minuti di cottura, mettere il cuscus in un piatto e mescolare con un cucchiaio di legno o con le mani. Rimettere la semola nel cestello del couscous e ripetere il processo. Assaggiare il cuscus per sapere quando è cotto. Quando lo è, aggiungere un po’ di Smen.

Ed è tutto buono! Gustate con l’Harissa, e non esitate a mettere il couscous in un piatto tagine per la presentazione.

Per un couscous reale, potete per esempio utilizzare per 6 persone 6 merguez, 6 cosce di pollo, 600 g di collo d’agnello.

Come cucinare bene il suo semolino?

Se siete mai stati invitati a mangiare il couscous marocchino con una famiglia che ha l’abitudine di fare il cuscus o la semola, o purtroppo che siete voi che li avete invitati a mangiare la semola, dovete sapere che c’è un modo buono e uno cattivo di cucinare la semola.

semola e come cucinare il couscous marocchino

Ci sono due modi di cucinare la semola di couscous: con o senza couscoussier.

Come cucinare la semola senza cuscussiera?

Ingredienti:

  • 400g di semolino
  • 700ml di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 30g di burro o 4 cucchiai di olio d’oliva

I diversi passi:

  • Mettere il semolino in una grande ciotola.
  • Far bollire dell’acqua con del sale (fare attenzione all’evaporazione, sono necessari 700 ml di acqua bollente, quindi aggiungerne un po’ di più).
  • Versare 2/3 dell’acqua bollente sul semolino. Non toccare e lasciare gonfiare 5 minuti sotto un panno bagnato. Poi, sbriciolare il semolino con una forchetta. Versare il resto dell’acqua (1/3) e cuocere per 2 minuti nel microonde.
  • A fine cottura, aggiungere il burro o l’olio d’oliva e finire di sbriciolare con una forchetta.

Non esitate ad aggiungere spezie all’acqua per insaporire il semolino, o aggiungere l’uvetta che avrete messo a bagno nel tè in precedenza per aggiungere gusto.

Come cucinare la semola con un cuscussiera?

Un cuscussiera è un accessorio da cucina di punta per cucinare diversi cibi allo stesso tempo. È composto da una pentola e un cestello forato. Nella pentola si può cuocere brodo, carne, verdure… E nel cestello si può mettere semola, riso, ecc. E nel cestello, si può mettere semolino, riso, ecc. che poi prendono il sapore del brodo. Si può togliere il cestello durante la cottura, anche se si perde il vapore.

Per cucinare la semola con un cuscussiera:

  1. Per prima cosa, mettere il semolino in una grande ciotola. Inumidire il semolino con 4-5 cucchiai di brodo e mescolare.
  2. Aggiungere 1 cucchiaio di olio d’oliva e mescolare per inumidire la semola.
  3. Mettere i grani nel cestello a vapore del cuscussiera e cuocere per circa 5 minuti.
  4. Togliere la semola nel piatto, si sarà leggermente gonfiata. Inumidire di nuovo con il brodo e mescolare con le dita per scolare.
  5. Aggiungere un altro cucchiaio di olio d’oliva e togliere i semi.
  6. Rimettere nella couscous-maker e cuocere per altri 5 minuti.
  7. Ripetere fino a quando si è soddisfatti della cottura. Vale la pena di guardare anche il Cuscussiere a induzione
  8. Servire il cuscus caldo. Se fate un couscous completo, usate un piatto tagine per la presentazione. Metti la semola, poi il brodo, le carni e le verdure.
  9. Accompagnare con l’harissa. Si può aggiungere l’uvetta o le spezie alla semola per darle più sapore. L’uvetta aggiunge freschezza, dato che il couscous viene servito caldo per dargli più sapore.

Buon appetito!

Ricetta per il couscous tradizionale marocchino (nordafricano)

Per una cena in famiglia o tra amici, il couscous tradizionale è un piatto molto equilibrato che si può fare velocemente e senza tanti problemi.

Esistono più di centoquaranta ricette di couscous. Tuttavia, ci concentreremo sul couscous tradizionale che richiede meno sforzo ed è più economico.

Cos’è il couscous tradizionale?

Il couscous tradizionale è un piatto equilibrato di origine berbera. Composto da alimenti amidacei, può essere 100% vegetariano o accompagnato da carne/pesce. Non importa quale lo prepariate, farete certamente viaggiare le vostre papille gustative. Il tempo di preparazione è di 45 minuti, il tempo di cottura è di circa 1 ora e 30 minuti e dovrete fare una pausa di 25 minuti.

Qual è l’accessorio ideale per cucinare il vostro couscous tradizionale?

Per la preparazione del couscous tradizionale, il cuscussiera è ciò che vi serve. È composto da una grande pentola dove cuocerete il vostro ripieno nel brodo e da un’altra parte superiore il cui fondo è forato. Quest’ultima parte è destinata alla cottura della semola che sarà leggermente impregnata del sapore del ripieno dal vapore. Tuttavia, se non avete un couscoussier, potete usare una semplice casseruola.

Ingredienti per la realizzazione del tradizionale couscous marocchino?

Per una ricetta per 4 persone:

  • 800 grammi di semolino
  • 01 mazzo di coriandolo e una piccola scatola di ceci
  • 04 carote e 04 patate
  • 03 zucchine e un gambo di sedano
  • 03 rape
  • 01 cipolla grande
  • 01 peperone rosso e 01 peperone verde
  • 04 cosce di pollo, 04 salsicce merguez e collo di agnello
  • 01 dado da brodo di pollo
  • 03 cucchiai di concentrato di pomodoro e 5 di olio d’oliva
  • 02 cucchiaini di sale, zenzero ras-el-hanout e ½ di pepe nero
  • 02 tazze di acqua

Passi per la preparazione del brodo:

  1. Nel cuscussiera o nella casseruola, rosolare il colletto d’agnello precedentemente tagliato e le cosce di pollo.
  2. Sciacquare le carote, le zucchine, le rape, i peperoni e il sedano.
  3. Sbucciare le rape, le carote e il sedano e togliere i semi dai peperoni.
  4. Poi tagliare tutte le verdure fresche a pezzi.
  5. Dopo aver sbucciato la cipolla, tritarla e farla sudare nella casseruola/cuscussiera con un cucchiaio di olio d’oliva.
  6. Aggiungere le verdure e lasciare riscaldare per qualche minuto.
  7. Aggiungere il ras-el-hanout, il pomodoro concentrato e il brodo di pollo. Poi, aggiungere i pezzi di agnello e le cosce di pollo.
  8. Poi, aggiungere il sale, mescolare e coprire i pezzi di carne con acqua.
  9. Portare a ebollizione per 45 minuti a fuoco basso.
  10. 35 minuti dopo, sciacquare i ceci e aggiungerli alla pentola.
  11. Lasciate cuocere.
  12. Regolare il condimento se necessario e cospargere la salsa di coriandolo.
  13. Prima della fine della cottura, grigliate il merguez in una padella calda senza olio.

I passi per preparare il couscous:

  1. Versare il cuscus di semola in una grande ciotola
  2. Aggiungere il sale e tre cucchiai di olio d’oliva e mescolare con una forchetta per evitare grandi palle.
  3. Aggiungere le due tazze di acqua bollente, coprire e lasciare riposare per 5 minuti. In alternativa, potete cuocere il semolino al vapore.
  4. Di nuovo, con una forchetta, rimuovere i semi dal couscous.

Condimento:

Per preparare il couscous tradizionale, è necessario:

  1. Per prima cosa, mettere il semolino su un piatto.
  2. Poi disporre i pezzi di carne e le salsicce merguez.
  3. Infine, cospargere con il brodo vegetale.

Puoi andare al tavolo!

La vostra giornata si concluderà nel modo più bello se prenderete per cena il couscous tradizionale. Un pasto conviviale, completo e pieno di sapore che potete accompagnare con latte fresco o vino rosé servito freddo. A volte, alcuni lo preferiscono con tè alla menta e pinoli. Qualunque sia l’accompagnamento, l’importante è divertirsi.

speziato, pollo, agnello, couscous marocchino vegetariano.

Quali spezie per il couscous marocchino?

Ci sono molte varianti del couscous non solo secondo le regioni ma anche secondo le culture o addirittura le famiglie. È lo stesso per le spezie che mettiamo nel cuscus, anche se alcune sono comuni a tutti.

Il Ras-el Hanout è una spezia presa in prestito dalla tagine ma essenziale per il couscous in alcune versioni. Il Ras-el-Hanout è una miscela di spezie (una ventina). Pamis loro: cannella, pepe nero, curcuma, zenzero o coriandolo. Anche se queste spezie sono già presenti nel ras-el-hanout, puoi scegliere di aggiungerle. Tutto dipende dai vostri gusti!

Le spezie principali:

  • Paprika
  • Cumino
  • Coriandolo (semi)
  • Le quattro spezie
  • Lo zenzero è presente nella versione del couscous marocchino.
  • Noce moscata
  • Cannella
  • Pepe
  • Pepe dolce

Come procedere?

Si può scegliere di mettere le spezie con la carne che cuoce nel brodo, o nell’acqua che si aggiunge al couscous (o entrambi!). Dipenderà dal metodo di cottura. Se avete un cuscussiera, è preferibile mettere le spezie nella pentola perché la semola ne prenderà gli spruzzi. Tuttavia, se non avete un cuscussiera, potete scegliere di mettere le spezie nell’acqua che aggiungete alla semola per farla gonfiare.

Se non siete molto bravi con le spezie, o siete un po’ freddi, o non volete comprare spezie per 1 couscous, potete anche comprare un mix di couscous già pronto.

Tuttavia, si possono fare molti piatti con le spezie del couscous. Per esempio, una tagine si presta molto bene, i curry di verdure possono anche avere una miscela simile di spezie, ma anche semplicemente per speziare riso, verdure, carni, pesce…

La conservazione delle vostre spezie:

Le spezie si conservano bene… a patto di conservarle bene! Ecco alcuni consigli per conservare le spezie:

Tenere le spezie lontano dall’umidità: Per evitare la diffusione di batteri. Pertanto, non conservate le vostre spezie sopra la vostra zona di cottura o vicino al vostro forno.

Tieni le tue spezie lontano dalla luce: Infatti, i raggi UV e il calore in generale possono favorire l’ossidazione delle spezie. Le spezie con colori brillanti sono molto sensibili alla luce. Quindi conserva le tue spezie in un luogo buio, in un posto dove la temperatura è stabile.

Tieni le tue spezie lontano dall’aria: C’è umidità nell’aria, ecco perché è importante conservare le spezie in sacchetti o barattoli chiusi.

Quando si tratta del tipo di contenitore per conservare le spezie, puoi scegliere il sacchetto di plastica o il barattolo in cui ti è stato venduto. Anche i barattoli di vetro ermeticamente sigillati sono ottimi per la conservazione. Anche il metallo funziona. Non dimenticate di etichettare il barattolo con il nome della spezia perché a volte è difficile distinguerle dall’odore o dal colore.

Cuscussiere marocchino a induzione (creatore di couscous):

Hai un piano cottura a induzione e stai cercando una macchina per il couscous? Ti stai chiedendo se le due cose sono compatibili? Non sei l’unico a porsi questa domanda. È il caso di tutti coloro che hanno questo tipo di piano cottura e che amano preparare il loro couscous. È sempre una lotta per trovare gli utensili adatti. Tanto più che alcuni produttori affermano che il loro prodotto può andare sull’induzione e non è sempre così!

Quindi vi darò qualche consiglio e vi darò anche il nome di alcuni cuscussiere (li ho provati) che vanno su una piastra di cottura di questo tipo.

Piano cottura a induzione e Cuscussiera: il mio consiglio

Se il vostro piano cottura è a induzione, non avete altra scelta che trovare degli utensili adatti. Questo è importante ed essenziale perché se mettete sul vostro fornello a induzione un cuscussiera che non è fatto per esso, non funzionerà e non inizierà nessuna cottura.

Nella maggior parte dei casi, un couscussiera in acciaio inossidabile è perfettamente adatto a questo tipo di cottura a induzione. D’altra parte, e questo è bene saperlo per pentole e padelle ecc, gli utensili di alluminio, rame o vetro non possono essere riscaldati per induzione.

Ti do un consiglio che puoi usare se compri una pentola per il couscous nel negozio. Prendi una calamita e mettila sotto la pentola del couscous. Se la calamita si attacca, significa che l’apparecchio contiene ferro e quindi è adatto alla cottura a induzione.

Scegliere una pentola per couscous a induzione:

Quando trovi un modello che ti piace e che è a induzione, guarda attentamente il suo diametro. È sempre indicato dal fabbricante. Deve corrispondere alla circonferenza della vostra piastra affinché riconosca il cuscussiera e lo riscaldi.

Quando si ordina su internet, è sempre indicato dal produttore se il suo prodotto va su una piastra a induzione. In generale, questo tipo di piastra ha molto successo e viene utilizzato in sempre più cucine. La maggior parte dei modelli sono progettati per essere utilizzati su tutti i tipi di fuochi, compresa l’induzione ovviamente.

Ti consiglio di controllare le recensioni degli utenti che hanno comprato il cuscussiera che desideri. Vedrai che c’è sempre una o più recensioni che confermano o meno che il cuscussiera è progettato per andare a induzione. Questo ti rassicurerà e ti eviterà brutte sorprese.

I miei modelli di cuscussiera a induzione:

Non hai il tempo di guardare tutti i modelli per controllare se sono tutti fuochi o semplicemente non hai voglia e preferisci fidarti di me? Avete ragione. Ecco 4 diversi modelli di cuscussiera che ho testato ma che sono tutti compatibili con un piano cottura a induzione:

  1. Crealys 502280 : ha un diametro di 28 cm e una capacità di 10 litri
  2. Beka : 12030244 : ha una capacità di 8,5 l e un diametro di 24 cm
  3. Hora: ha una capacità di 9 litri e un diametro di 24 cm
  4. Beka 12230024: una capacità di 15 l e un diametro di 24 cm per questo modello Beka!

Cuscussiere in acciaio inossidabile:

L’acciaio inossidabile è un materiale ben noto quando si tratta di utensili da cucina. È quindi abbastanza naturale che ti consigli di scegliere questo materiale nella tua ricerca del miglior cuscussiera che soddisfi le tue esigenze.

Personalmente, uso solo cuscussiera in acciaio inossidabile e quindi compro solo questo tipo di modello. Perché? Per tutti i vantaggi che questo materiale offre e sono numerosi. Quali sono? Vi dico tutto in questo articolo completo dedicato al cuscussiera inox. E per evitarvi di cercare in tutto il web delle couscoussier in acciaio inossidabile di qualità, ho scelto 4 modelli tra diversi che ho avuto tra le mani.

Stainless steel in detail:

Per cominciare, ecco alcune informazioni sull’acciaio inossidabile. Si tratta infatti di una lega di ferro a cui viene aggiunto del cromo. Il cuscussier in acciaio inossidabile può essere usato sull’induzione perché contiene ferro. Questo è tutto per la piccola precisione.

Vedrete su alcune descrizioni scritto “acciaio inossidabile 18/10”. In questo caso, la lega è composta da 72% di ferro, 18% di cromo e 10% di nichel. Ti consiglio di scegliere questo tipo di lega perché è forte, più resistente e offre una cottura sana.

Vedrete spesso nella descrizione: cuscussiera in acciaio inossidabile. Non preoccupatevi, è acciaio inossidabile!

I vantaggi di un cuscussiera in acciaio inossidabile:

Se vi consiglio di scegliere un cuscussiera in acciaio inossidabile, è perché i suoi vantaggi sono numerosi e mi hanno sedotto.

Per esempio, posso garantirvi che l’acciaio inossidabile è un materiale molto resistente nel tempo. La sua durata di vita? Circa 25 anni. Non male, vero? La maggior parte dei produttori offre anche una garanzia a vita. Ecco quanta fiducia hanno nell’acciaio inossidabile.

L’acciaio inossidabile assicura una distribuzione uniforme del calore. Così non solo il cibo è ben cotto e rimane morbido, ma la cottura è molto più veloce con questo tipo di materiale. E poiché la cottura è veloce, si risparmia energia. Ottimo!

L’acciaio inossidabile è un materiale antiaderente. Quindi il tuo cibo non si attaccherà alla tua couscous maker. E come potete immaginare, rende la pulizia molto più facile. Dato che non si attacca, non c’è bisogno di usare alcun grasso. Personalmente, non ne uso perché è una vaporiera, ma forse voi sì.

L’acciaio inossidabile è un materiale estetico. Questo punto non è essenziale per alcune persone ma a me piace che il mio couscoussier sia bello oltre ad essere efficiente e di grande qualità.

I miei cuscussiera in acciaio inossidabile:

Come vi ho già detto, l’acciaio inossidabile è un materiale eccellente per me ed è per questo che non esito a raccomandare i cuscussiera in acciaio inossidabile. Tra quelli che ho testato, 4 si distinguono e non solo perché sono fatti di acciaio inossidabile.

Nei miei preferiti, vi presento il cuscussiera Crealys 502280, il modello Beka 12030244, il suo collega Beka 12230024 e infine il cuscussiera Hora.

Per riassumere:

Scegliere un cuscussiera in acciaio inox è la garanzia di avere un modello di qualità, robusto e durevole nel tempo, che offre una cottura omogenea e che è esteticamente al top! Ora che questo materiale non ha più segreti per te, non ti resta che acquistare il cuscussiera che farà felice te e i tuoi ospiti.

La mia opinione sul Cuscussiera Electric Couscook:

Quando vogliamo e cerchiamo un cuscussiera, vediamo soprattutto quelle grandi pentole grigie che mettiamo sulla nostra piastra di cottura. Ma recentemente è arrivato sul mercato un nuovo tipo di pentola per il couscous: la pentola elettrica per il couscous. Thomson ci propone il primo modello di questo tipo: il Couscook.

Come fan dei classici fornelli per couscous in acciaio inossidabile, ammetto che ero abbastanza incuriosito da questo fornello per couscous. Mi sono informata prima, ma ci sono opinioni diverse su questo Thomson Couscook. E siccome non si è mai serviti meglio che da soli e a me piace farmi un’idea, ho comprato questo cuscussiera elettrico Thomson. Dopo qualche settimana di uso intensivo, è il momento di darvi le mie impressioni su questo modello Thomson Couscook.

Il Thomson Couscook electric cuscussiera nei dettagli:

Questa pentola per couscous è dotata di una potenza di 1600 watt e offre così una cottura veloce. La sua capacità è di 5,2 litri e ha in più un accessorio di cottura a vapore di 4,5 litri. Permette di cucinare per 6 a 8 persone.

Questo cuscussiera Thomson Couscook ha un timer che permette di programmare il tempo di cottura fino a 120 minuti e un termostato con 3 livelli di cottura possibili a seconda del cibo che state cucinando. La sua funzione keep warm è molto pratica per gustare il vostro couscous o tagine alla giusta temperatura.

Un segnale sonoro ti avvisa quando la cottura è terminata. Non preoccupatevi di cuocere troppo il vostro cibo con questo apparecchio perché ha un arresto automatico a fine cottura. È fatto di alluminio e ha un rivestimento antiaderente per una cottura senza grassi. Viene fornito con un libro di ricette che è molto pratico in quanto non si è abituati a cucinare il couscous o altri piatti con questo tipo di apparecchio.

Cosa penso di questo Thomson Couscooker:

Quindi, come tutti gli altri, sono abbastanza diviso su questo modello. Ha alcuni vantaggi e alcuni svantaggi che è meglio conoscere prima di buttarsi nell’acquisto del Thomson Couscook.

Il lato positivo è che mi piace la sua versatilità. Si possono fare un sacco di preparazioni diverse dal couscous. Puoi fare tagine, cucinare il riso, cuocere la carne a fuoco lento o le verdure al vapore. E il ricettario che lo accompagna è molto pratico per innovare.

Il suo termostato, il suo timer e la sua presa calda è qualcosa di nuovo nelle cuscussiera e personalmente mi piacciono queste caratteristiche perché sono molto pratiche.

Per quanto riguarda gli svantaggi, direi che è un apparecchio piuttosto imponente sia sul piano di lavoro che su un tavolo. Mi dispiace anche che il suo filo elettrico non abbia un deposito.

Il prezzo è anche abbastanza alto, soprattutto rispetto ai classici cuscussiera. I suoi vantaggi giustificano probabilmente questo prezzo.

Per riassumere, direi che questo cuscussiera elettrico è adatto a coloro che cercano un dispositivo multifunzionale che fa tutto da solo. È potente ed efficiente e il cibo viene cotto perfettamente!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>