La città e la Medina di Fes in Marocco, le cose migliori da fare e da vedere

Fes in Marocco

Fes, la regione emblematica del Marocco, ha molte cose da fare e da vedere. Questo non è un fenomeno nuovo. È stata dichiarata capitale ufficiale in diverse occasioni dalla sua fondazione nel 789, soprattutto durante il Medioevo e il XIX secolo. Ma è in realtà la sua posizione di metropoli culturale e spirituale che la fa brillare e rafforza la sua gloria.

Questa città sublime, vibrante e ricca di storia, che ha sempre mantenuto la sua dimensione tradizionale, si trova a 180 chilometri a est di Rabat e si divide in tre zone: la medina, il recinto reale e la città nuova.

Ti stai chiedendo cosa vedere e fare a Fes? Segui la guida mentre ti mostriamo le attrazioni da non perdere di questa città, così come alcuni consigli per sfruttare al meglio la tua visita a Fes.

Avete in programma un viaggio in Marocco per visitare Fes?

In questo articolo, Touring in Marocco vi informa sulle principali cose da e vedere a Fes. Dai migliori luoghi, attrazioni, punti di riferimento per le attività più interessanti. Per non parlare del fatto che offriamo una vasta gamma di tour a prezzi accessibili che sarà certamente soddisfare le vostre esigenze e pianificare il vostro tour dei sogni a Fes. Contattateci ora o navigate sui nostri tour in Marocco.

Le migliori visite a Fes, Marocco:

fes in Marocco, le cose migliori da fare e da vedere

La Medina di Fes

A Fes, non troverete la modernità di Casablanca né il bling-bling di Marrakech, perché Fes ha conservato le sue tradizioni tradizionali e morali. La sua Medina fortificata, ricca di antichità, ne è un primo esempio. Dichiarata patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1981, rimane una delle più sontuose e ben conservate del mondo arabo e ospita le principali istituzioni culturali della città.

Sarebbe una farsa visitare Fes senza perdersi nei vicoli della sua Medina, perché niente batte la gioia di passeggiare per le antiche strade strette, fiancheggiate da fontane, piccoli palazzi e riad. E ammirare la maestosa architettura della Medersa Bou Inania. Si può anche visitare la moschea Karaouyine, una delle più antiche e maestose del mondo musulmano, o il museo Bar Batah, che è dedicato alle arti e alle tradizioni della città.

Durante questa escursione attraverso i vicoli del souk della Medina, vi imbatterete nel lavoro di molti artigiani di questa zona, come falegnami, sellai e pellettieri, che non mancheranno di impressionarvi.

Cosa si può fare a Fes? Alla fine della giornata, si consiglia di passare attraverso la porta settentrionale della Medina e salire sulle alture delle tombe merinidi, da dove la vista panoramica della città è letteralmente mozzafiato. È comunque un posto perfetto per guardare il tramonto mozzafiato.

Le concerie di Fes

Un altro spettacolo esclusivo, questa volta coreografato nello stile del balletto, è presentato ai turisti in questa attrazione. È la lavorazione del cuoio, un’arte antica che ha resistito alla prova del tempo, che è radicata lì e rimane una delle caratteristiche immutabili del Marocco; è ancora all’ordine del giorno.

Avrete l’opportunità di sperimentare le diverse fasi di fabbricazione di questa sostanza in questo quartiere di Fes da visitare. Essiccazione delle pelli, concia, colorazione in bacini, prima che la pelle prenda la sua forma finale di babbucce, cinture, o altro che incontriamo nei negozi di pelletteria.

Questa visita memorabile non vi lascerà indifferenti, se non altro a causa dell’odore molto sgradevole… Può distrarvi dal fascino della visita a questo quartiere, ma quando lascerete il laboratorio, vi verrà data una bevanda a base di tè alla menta per aiutare a mascherare il fetore.

Vi consigliamo anche di tapparvi il naso con foglie di menta fresca!

La Medersa Bou Inania di Fes, Marocco

Questa accademia coranica, fondata nel 1350 durante la dinastia dei Merinidi, merita una deviazione se si visita Fes. Infatti, è uno dei pochi monumenti religiosi che attrae i turisti di tutti i ceti sociali.

Uno splendido cortile centrale pavimentato con lastre di marmo e incorniciato da Mashrabiya di legno intagliato si trova al centro di questo monumento dallo stile architettonico arabo-moresco. Mentre gli studenti stavano al piano superiore, i cortili su entrambi i lati erano usati come aule.

In precedenza, questo collegio religioso era regolato da una regola interna molto draconiana, per cui ai convittori venivano serviti solo pane, olive e acqua come cibo durante gli esami, per esempio.

Questa è l’istituzione teologica più importante della città. E la preghiera del venerdì si svolge nella moschea adiacente. Inoltre, è l’unica scuola religiosa con un bel minareto con tegole verdi che domina la città e che si può vedere appena si raggiunge la medina da Bab Bou Jeloud.

Il Palazzo Reale

È uno dei più antichi palazzi del Marocco e senza dubbio uno dei più importanti. Dar El Makhzen, costruito nel XIV secolo, è un altro nome. Fu costruito fuori dalla vecchia medina a causa della sua grande estensione di ottanta ettari, e si trova oggi vicino al Mellah, il quartiere ebraico. Per soddisfare le esigenze del palazzo, fu costruita una nuova medina, Fes el-Jdid, come indica il nome.

I visitatori non sono ammessi, come la maggior parte delle moschee e dei palazzi marocchini. Tuttavia, vi consigliamo di visitare questo palazzo, anche se avete solo intenzione di ammirare le magnifiche porte di diverse dimensioni che conducono al palazzo dalla sua ampia spianata.

Ci sono sette porte che rappresentano i sette giorni della settimana e le sette fasi della monarchia. Queste porte sono tutte di bronzo e decorate con una moltitudine di piccole piastrelle di ceramica di due colori: blu, il segno della città, e verde, il colore emblematico dell’Islam.

Palazzo e museo Dar Batha

Il Palazzo Batha fu progettato dal sultano Hassan per collegare le due città che compongono Fes, Fes-el-Baki e Fes-el-Djedid. Questo palazzo fu poi trasformato in un museo dell’artigianato, dove si possono trovare vasellame e ceramiche risalenti al tredicesimo secolo. Così come ricami e gioielli risalenti al periodo medievale. La maggior parte dei manufatti in ceramica sono colorati con la popolare tinta blu di Fes, che viene estratta dal cobalto.

Il museo ha un giardino andaluso che ispira, dove si può passeggiare tra gli aranci e i lecci a proprio piacimento. Questa passeggiata offrirebbe un incantevole diversivo dalla cacofonia della medina.

Approfitta di questa capacità per fotografare i cancelli sontuosamente decorati e gli enormi lucchetti usati per assicurare le porte di notte.

Altre attrazioni e cose da fare/vedere a Fes, Marocco

Cose da fare e da vedere a fes, bei posti

Il giardino di Jnan Sbil

Questo piccolo giardino botanico, spesso visitato dai locali, è un vero polmone verde della zona. Jnan Sbil, costruito nel XVIII secolo dal sovrano Moulay Abdallah, è anche il più antico giardino pubblico di Fes.

Nonostante sia stato abbandonato per molto tempo, è stato riportato al suo antico splendore dopo un ampio lavoro di riabilitazione che è stato completato nel 1999.

Oggi, la gente del posto e i turisti possono passeggiare nei vicoli ombrosi di questo bel giardino, cullati dal mormorio del fiume. Il giardino presenta più di tremila specie di piante distribuite su sette ettari di giardini a tema. Un vero paradiso di pace e tranquillità.

Tombe merinidiane

I Marinidi, conosciuti anche come i Merinidi, sono una dinastia marocchina che regnò dal XIII al XV secolo. Si stabilirono a Fes per un periodo e crearono Fes El-Jdid. Hanno lasciato le loro impronte in tutto il Marocco, specialmente a Fes.

Quando si visita questa città imperiale del Marocco, si può andare a visitare le rovine delle tombe dei Marinidi, che si trovano nel punto più alto della città. Nonostante il fatto che il sito in sé sia poco interessante, ti consigliamo di fare una breve deviazione durante il tuo viaggio in Marocco per visitare Fes.

Queste tombe, situate su una collina, hanno una splendida vista panoramica sulla Medina e sulle montagne circostanti.

Il posto Seffarine

Vale la pena visitarlo anche perché è dove si trova uno dei volti della comunità artigianale di questa città. Cosa c’è da vedere a Seffarine? Molti artigiani modellano il rame per fare teiere, vassoi e bruciatori di profumi. Tuttavia, ci sono anche calderai che fanno ciotole, secchi e altri utensili.

Museo delle armi

Questo museo, aperto nel 1963, ospita una grande collezione di armi di diversi periodi storici. Si trova a Borj Nord, una cittadella storica del XVI secolo con una spettacolare vista panoramica di Fes.

Nelle sue vetrine ci sono armi provenienti dall’India, dall’Europa e dall’Asia, ma la parte più grande e impressionante della collezione è costituita da acquisizioni marocchine.

Uno dei punti forti del museo, per esempio, è il cannone lungo 5 metri usato durante la battaglia dei Tre Re.

Oltre al set completo, che rappresenta l’evoluzione dei metodi di produzione delle armi da fuoco nel corso della storia, la terrazza superiore del museo offre una splendida vista sulla città vecchia.

Corsi di cucina

Se sei un buongustaio, potrebbe essere il momento di un’avventura culinaria. Questo è un modo eccezionale per finire la tua visita a Fes! Non si tratta di mangiare, ma piuttosto di prendere lezioni di cucina. Infatti, varie marche, come il Café Clock, propongono corsi su come cucinare tagine e altri piatti raffinati. Questo corso comincerà con l’acquisto degli ingredienti al souk, poi un’esercitazione alla quale sarete invitati a partecipare, e terminerà con un assaggio vero e proprio.

Visite e cose da vedere nei dintorni di Fes, Marocco

Ecco alcuni luoghi da visitare e cose da fare nella regione di Fes. Non ci vorrebbe troppo tempo per invogliarvi perché ognuno ha qualcosa di esclusivo da offrire.

Vedere Ifrane

Ifrane, situata a 80 chilometri da Fes, è una piccola città a tema europeo piena di fascino. Ha un clima caldo tutto l’anno e un ambiente festivo in inverno e in estate perché è circondata da montagne alte 1.650 metri.

Nel centro della città, c’è un lago circondato da foreste, accanto al quale si può ammirare la statua del Leone di Ifrane, una maestosa scultura in pietra che i visitatori spesso fotografano.

Sarete inevitabilmente attratti dalle numerose ville di lusso della città, che spiccano con i loro alberi e viali finemente curati.

La città ha anche uno splendido e lussuoso Palazzo Reale, che si staglia maestoso all’orizzonte con le sue cupole verdi. Quando il re va a sciare a Ifrane, vi soggiorna. Ifrane ha anche il Campus Al Akhawayn, che si traduce in “l’università dei due fratelli”.

La città di Ifrane è anche famosa per la sua vita culturale diversificata. Vari festival, come il Tourtite, la animano portando la musica, l’artigianato e lo sport sotto i riflettori.

Les Chants des Cèdres, un festival che cerca di incoraggiare e mostrare la diversità e l’eclettismo del patrimonio culturale del Marocco. Così come la sua apertura alle altre culture del mondo è sotto i riflettori durante tutta la stagione estiva.

In inverno, si può visitare il Miss Snow Festival, che comprende una serie di eventi sportivi e culturali. Il festival culmina con l’elezione di Miss Snow, il tutto in un’atmosfera di festa.

Visita Moulay Idriss

Moulay Idriss, situato a 70 chilometri a ovest di Fes, è una delle destinazioni imperdibili del Marocco.

È ideale per coloro che amano passeggiare in un bell’ambiente naturale! In questa città caratterizzata da una straordinaria dimensione religiosa per i musulmani, sarete accolti da vicoli e colline.

Prende il nome da Idriss I, il cui bisnonno Maometto fondò la dinastia degli Idrissidi.

A causa del suo status religioso, solo i musulmani erano autorizzati ad entrare nella regione, una condizione che durò fino alla metà del ventesimo secolo. Il mausoleo di Moulay Idriss non è attualmente accessibile ai non musulmani. E, anche se la visita merita una deviazione, ci si può limitare a vederlo dall’esterno.

Moulay Idriss ha un fascino accattivante che si riflette nelle sue strade vibranti e negli infiniti archi eseguiti brillantemente.

Anche la posizione di Moulay Idriss I merita una visita. Lì potrete rilassarvi in uno dei suoi caffè mentre vi godete l’atmosfera della strada. Inoltre, per arrivare al mausoleo, bisogna passare da lì.

Un’altra attrazione della zona sono le terrazze panoramiche. Potrete godervi Moulay Idriss a vostro piacimento da questi luoghi.

Visita Volubilis

Questa città del Marocco, patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1997, si trova a circa 70 chilometri a ovest di Fes. Si estende su una superficie di 40 ettari. Si pronuncia Oualili o Walili in arabo.

Volubilis era una volta un avamposto romano, ma ora è una bella destinazione turistica con impressionanti rovine archeologiche. Ospita le rovine romane meglio conservate del Marocco!

volubilis vicino a Fes in Marocco

Passeggiare tra le rovine che rappresentano secoli di storia è sicuramente intrigante, ma Volubilis ha altre meraviglie da offrire che vi sublimeranno, arte sensazionale e stupefacente.

Il foro, la basilica e il tempio di Giove, entrambi situati nella parte alta della città, meritano una visita. Un tempo erano il fulcro della vita pubblica della città. Anche le terme meritano una visita. E, anche se non sono in perfetta forma, potrai farti un’idea decente del sistema di riscaldamento usato dai romani nelle terme.

Un altro spettacolo interessante da vedere è l’Arco di Caracalla, che è alto otto metri e lungo circa venti metri ed è anche in buona forma. Questo arco, eretto in marmo nel 217 come omaggio all’imperatore e a sua madre, è uno degli emblemi di Volubilis. Questo arco era originariamente sormontato da un carro di bronzo.

È difficile lasciare questa città senza ammirare i suoi mosaici. Alcuni possono sostenere che Volubilis è un vero e proprio pari del mosaico. Quindi non dimenticate i mosaici delle Opere di Ercole, o quelli del Bagno delle Ninfe, o dell’Acrobata… Tuttavia, per localizzare questi mosaici, che si rivelano solo con difficoltà, potrebbe essere necessario l’aiuto di una guida.

Cosa fare e vedere a Fes quando piove?

E se piove durante la tua visita in Marocco a Fes? Scopri la nostra selezione delle migliori cose da fare e vedere quando piove a Fes.

Visita il Museo delle arti e dei mestieri in legno di Nejjarîn

Questo museo, che è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17, vi aiuterà a dimenticare il tempo piovoso.

Vedere il Palazzo o la Kasbah Glaoui

Questo palazzo, progettato all’inizio del XIX secolo, serviva come residenza di un pascià di Marrakech durante i suoi viaggi a Fes. Trascurato dal 1950, è stato parzialmente riabilitato da un artista grafico. Egli espone le sue opere all’interno, rendendolo un misterioso squat laterale con artisti.

Il proprietario vi condurrà attraverso il cortile principale con i suoi grandi alloggi di ispirazione andalusa, il bagno ben tenuto che risale all’inizio del XX secolo, e la cucina con le sue enormi pentole prima di portarvi nel cortile dell’harem sul retro.

I fondoschiena

Ci sono diversi fondouk situati lungo gli assi principali della città antica di Fes. In precedenza, funzionavano come scambi commerciali. Erano costituiti da case che ricoprivano molti ruoli. Erano un luogo di alloggio per i passeggeri provenienti da Fes ed erano spesso utilizzati per immagazzinare forniture per uso commerciale o industriale.

Il fondouk, che una volta era un caravanserraglio, ospita oggi una pletora di atelier come il Fondouk Bou selham. O il Fondouk kaat smen, che si trova a Talaa Kbira vicino a Bab Boujloud ed è specializzato nel commercio delle olive, del miele, e ha degli atelier di artigianato.

Cosa fare e vedere a Fes come coppia in viaggio in Marocco

Fes, la città storica per eccellenza, è perfetta per un’escursione romantica perché è amichevole, accogliente e ricca di storia. Abbiamo alcuni consigli per un viaggio di un fine settimana che speriamo servano da tabella di marcia per un soggiorno idilliaco.

La Medina, un interludio incantato

La Medina è uno scenario perfetto per una passeggiata romantica nel suo labirinto di vicoli, nei suoi souk inebrianti e profumati, come El Attarine o Henna. Una breve deviazione che si concluderà davanti a una deliziosa Pastilla con piccione, una delle specialità culinarie della regione.

Ammirare la porta Bab Boujloud

È anche famosa come “La Porta Blu” ed è considerata come uno dei monumenti più maestosi da vedere a Fes.

Visita la città nuova (Fes El-Jdid)

L’Avenida Hassan II, con i suoi numerosi bar, terrazze e gelaterie, è senza dubbio il luogo ideale per una passeggiata romantica. È anche un ottimo posto per una tazza di tè alla menta o una tazza di caffè. O magari passeggiare nei giardini al centro di questo ampio viale, ricaricando le batterie mentre si ammirano le due statue di leoni.

A Fes El-Jdid si possono trovare ristoranti marocchini e stranieri, soprattutto italiani. La stragrande maggioranza degli abitanti della regione ha uno stile di vita più occidentale, e molti godono del fast food.

Il quartiere andaluso

Questo quartiere, situato nella medina di Fes el-Bali, merita anch’esso una visita e permette di esplorare insieme la Fes spagnola. L’originalità dei suoi edifici sacri e l’artigianato dei suoi abitanti differenziano questa porzione andalusa della regione.

La Moschea Andalusa, che risale a più di undici secoli fa, è senza dubbio una delle meraviglie architettoniche da vedere in questa regione. È anche un eccellente punto di partenza per esplorare questo antico quartiere, vagando per i suoi vicoli e visitando alcune delle medersas costruite all’inizio del XIV secolo.

I migliori musei da visitare a Fes, Marocco

Anche se Fes non è famosa per i suoi musei, ce ne sono alcuni che forniscono un’eccellente opportunità per conoscere l’arte marocchina in un ambiente unico.

Fondouk Nejjarine

Si trattava, infatti, di un khan del XVIII secolo che era stato splendidamente restaurato. In una qualsiasi delle tre tappe, si può percepire la maestria e l’abilità degli artigiani che utilizzano il legno in vari temi. Dopo la passeggiata, ci si può rilassare con un cocktail sulla terrazza, che ha una vista mozzafiato sulla medina.

Borj Nord

Il Borj, splendidamente restaurato, ospita oggi un appassionante museo con una grande varietà di armi d’epoca. Molte delle armi da fuoco esposte sono prodotte dalla Makina, una fabbrica di produzione di armi fondata a Fes nel XIX secolo dal dittatore Moulay Rachid. Il museo è allo stesso tempo affascinante e informativo in quanto traccia una cronologia delle diverse forme di arsenale che sono esistite nel corso della storia, dall’età della pietra al ventesimo secolo.

Museo di Belghazi

Questo museo etnografico si trova in un opulento palazzo privato e ospita le arti e i costumi Fassi. Ospita un’enorme selezione di oggetti accattivanti e genuini, ma il biglietto d’ingresso è un po’ alto. Ciononostante, il palazzo merita una visita e il tè alla menta servito sulla terrazza offre una breve ma piacevole tregua.

Museo della musica andalusa

Questo museo privato si trova a Dar Al-Makhfia, che una volta era di proprietà della famiglia Fassi Bennani. Questo palazzo borghese, restaurato con molta arte e know-how, merita di essere visto.

Oltre a una biblioteca e uno spazio espositivo con artefatti creativi. Il museo ospita versioni di strumenti tradizionali come i rebab e vecchie fotografie. Dar Bennani, oltre al museo, è un conservatorio dedicato alla conservazione di questa musica arabo-andalusa colta e sottile, che risale a molti decenni fa.

Cosa fare e vedere a Fes con la famiglia e i bambini

Cose da fare e da vedere nella città culturale

Fes è una città straordinaria in Marocco che può affascinare anche i viaggiatori più esigenti, compresi i vostri figli. Se stai viaggiando con la tua famiglia, ci sono così tanti modi per esplorare Fes che inevitabilmente troverai qualcosa che soddisferà sia le tue esigenze che quelle dei tuoi figli.

Scoprire la Medina

Passeggiate con i vostri bambini nei souk vibranti e profumati della medina. Permettete ai vostri figli di negoziare i loro primi ricordi e incoraggiate la complicità che svilupperanno con i mercanti. Si tratta di un gioco comune nei suk di Fes che piacerà senza dubbio ai vostri figli. Lo adoreranno assolutamente. Permettete loro di esplorare la storia camminando attraverso le varie porte che spuntano nella regione artigianale.

Esplorare le concerie di Fes

Visitate le concerie, che producono un vero festival di colori e odori non proprio… divertenti. Vi verranno dati dei rametti di menta per aiutarvi a sopportarlo. Le concerie sono circondate da bancarelle con terrazze, dalle quali i vostri bambini potranno ascoltare il duro lavoro degli artigiani. Saranno sicuramente affascinati dalle pelli che sono state trasformate in borse o giacche di pelle.

Passeggiata nel parco di Jnan Sbil

Portateli al parco Jnan Sbil per immergerli in un paradiso lussureggiante. Questo parco comprende quasi tremila specie di piante distribuite su 7,5 ettari in numerosi giardini tematici. Aiutali a identificare alcuni degli alberi che abbondano in questa bella cornice. È anche un modo per loro di sfogarsi e ricaricarsi.

Visitate il Palazzo Abdeslam Moqri, che ha tre giardini con fontane, stagni per bambini, laghetti, panchine e una serie spettacolare di alberi e fiori. Inoltre, questo luogo ha una splendida vista panoramica di Fes.

Visita il Medersas

Fate una visita alle Medersa. Queste famose scuole coraniche si trovano in tutto il paese. Lasciate che i vostri bambini si stupiscano degli splendidi mosaici sui loro muri, che includono le sure del Corano.

Cosa fare e vedere gratis a Fes, Marocco

Fes, con i suoi numerosi monumenti e punti di riferimento, souk, musica e tradizioni, presenta uno spettacolo senza pari al quale è impossibile rimanere ignari o irrispettosi. Quindi cosa si può fare a Fes gratuitamente o quasi? In entrambi i casi, Fes ha comunque un prezzo moderato.

Visita il Souk el Henna

Rispetto ad altri souk, questo souk, che si trova su una piccola piazza molto accogliente e ombreggiata, offre un quadro molto insolito e originale. Sono disponibili numerosi prodotti all’henné. I cosmetici naturali come il sapone nero e i trattamenti della nonna sono anche accessibili.

Visita i giardini della medina

Bou Gardens Jeloud è un grande spazio verde. C’è molto verde, fontane e ponti. Questi giardini pubblici hanno un’atmosfera senza tempo per passeggiare e sognare ad occhi aperti lontano dal trambusto della medina. L’entrata è gratuita.

fare una visita a Fes-el-Bali

Concedetevi un po’ di tempo per scoprire il labirinto dell’antica città. Lasciate che il tempo vi scivoli via mentre vi immergete nell’ambiente imbattibile di questa medina. Naturalmente, ci sono alcuni luoghi da non perdere. Sulla strada per piazza Rcif, la spianata più ampia di questa medina iconica e dove i venditori si riuniscono al mattino. Non dimenticate il quartiere dei falegnami e degli ebanisti, che si trova nella piazza Nejjarine. Lo spettacolo di questi artigiani vale la pena di fare una deviazione.

Il top delle visite insolite a Fes, Marocco

Se siete alla ricerca di qualcosa di nuovo, unico o sensazionale, questi sono alcuni dei luoghi che hanno attribuito alla fama e alla notorietà di questa città secolare e continuano a ispirare coloro che inseguono l’insolito.

Casa dell’Artigianato di Fes

Questo spazio unico permette ai visitatori di ammirare una grande varietà di articoli in pelle di vario tipo. Tuttavia, si può anche assistere agli artigiani al lavoro, praticando il loro mestiere. Pouf, pantofole e altri strani oggetti appaiono davanti a voi come per magia. Grazie alla maestria di questi artigiani e al loro impareggiabile know-how, che solo loro possiedono.

Tessitura tradizionale berbera

Questa bottega di tessitori è nascosta vicino alla famosa conceria Chouara di Fes. La proprietaria di questo autentico laboratorio vi accoglierà davanti a una tazza di tè. Potrete osservare le donne della zona tutte impegnate a filare la lana o il cotone con una destrezza e una pazienza eccezionali che incutono rispetto. Questo negozio vi farà conoscere il vero patrimonio marocchino e Fassi attraverso la mostra dei loro tappeti più belli.

Galleria Chez Mehdi Bis

Tutti i conoscitori d’arte antica che amano esplorare gli angoli e le fessure alla ricerca di cose e oggetti. O anche di opere d’arte, i loro desideri saranno esauditi perché qui troveranno quello che cercano.

Questa galleria vende una grande varietà di pezzi a prezzi imbattibili, tra cui gioielli, tappeti, cinture nuziali, ceramiche e abbigliamento. A parte questo, il proprietario vi mostrerà la sua collezione privata, che ha iniziato più di due decenni fa. Vi consigliamo vivamente di visitare questo insolito antiquario che possiede un’autentica grotta di Ali Baba.

Visitare Fes a piedi: cose da fare e da vedere

Fes, la capitale spirituale del Marocco, è rimasta relativamente immutata nel corso della sua esistenza. Grazie alla sua formidabile medina, possiede il più grande spazio pedonale del mondo. È facile farsi trascinare nella sua labirintica e mitica medina, perdendosi nei suoi vicoli, alcuni dei quali sono inimmaginabilmente stretti. Un tour a piedi della medina è quindi l’esperienza più illuminante, accattivante ed emozionante. È molto più facile passeggiare lungo le sue strade tortuose, anche labirintiche, con una guida locale; si può risparmiare tempo e vedere quasi tutto in circa 4 ore.

Potrete passeggiare vicino a diverse moschee degne di nota, la fontana Nejjarine, un asilo coranico e una conceria che ospita un festival dei colori. Poi visiterete i souk tradizionali, luminosi, vibranti e pieni di profumo d’incenso. Vi fermerete davanti agli studi di artigiani e gioiellieri per ammirare la loro destrezza e abilità. Perché non fermarsi per un morso di torrone o una tazza di tè, una delle grandi specialità del Marocco?

Sentirete i piccoli aneddoti e i racconti dietro le porte della medina mentre camminate a fianco di una guida locale professionale. Questa guida ti mostrerà anche come esplorare una delle città più energiche e vivaci del Marocco. Così come dove comprare souvenir, mangiare e bere.

Gli asini, invece, sono popolari nella medina. In effetti, questi animali sono utilizzati per trasportare le merci nella medina di Fes, dato che nessun altro modo di trasporto è permesso.

Camminare lungo gli infiniti vicoli della città antica (ci sono 9.500 vicoli, incredibile, no?) è un modo per far risorgere la storia attraverso i profumi, gli odori e i colori che hanno attraversato il tempo. Un’esperienza unica e genuina. E, nonostante il fatto che la zona sia stata eccessivamente turistica, la bellezza rimane.

Quanti giorni per visitare Fes in Marocco?

Fes è una di quelle destinazioni che possono essere visitate tutto l’anno. È insolito che il termometro scenda sotto gli zero gradi Celsius durante la stagione invernale. A febbraio, per esempio, le temperature mattutine sono vicine agli 11 gradi Celsius e quelle pomeridiane sono vicine ai 20 gradi Celsius in condizioni discrete. Il tempo è normalmente mite, quindi non dovrebbe essere una preoccupazione quando si pianifica il viaggio.

Tre giorni sono più che sufficienti per rilassarsi a Fes. Questo periodo vi permetterà di vedere l’essenza della regione, di esplorare i suoi musei, le gemme nascoste e i luoghi unici. Di immergervi nella sua atmosfera festosa e di assaggiare le delizie della sua cucina.

Nella medina e nei suoi dintorni, si può anche trovare il tempo per rilassarsi, godersi un hammam, fare shopping. E approfittare al massimo di ciò che questa seconda grande città marocchina ha da offrire.

Visitare Fes in 1 giorno

A Fes, si può tranquillamente vagare, esplorare e perdersi. Tuttavia, per un tour di un giorno, puoi concentrarti sulla medina, che è un autentico labirinto con le sue otto entrate e 9500 vicoli. Ha davvero così tanti gioielli che sarebbe un peccato non approfittarne.

  • Esplorate la città vecchia, i suoi souk vivaci e colorati, le case degli artigiani, i negozi turistici. E strade tortuose che sono sicuramente piene di sorprese. Fermatevi davanti alle diverse bancarelle dei mercanti per una festa di merci, profumi e colori. Questa passeggiata vi immergerà nella vita quotidiana dei Fassis, e non ve la perderete mai.
  • Sempre nella medina, non perdetevi le numerose scuole coraniche, come la Medersa Bou Inania, famosa per il suo minareto. O la Medersa Attarine, che ha mosaici, calligrafia e gesso scolpito sulle sue pareti.
  • Quando si torna dalla medina, si può andare alla piazza Boujloud ed entrare dalla porta blu. Questa zona è diventata abbastanza affollata, con incantatori di serpenti e spettacoli di strada che intrattengono i turisti.

Visitare Fes in 2 giorni

Molte persone si riferiscono a Fes come “la città delle meraviglie in Marocco”, ed è piena di attrazioni che vale la pena vedere. È una città inondata di colori, profumi e sensazioni. Sede della più antica università del mondo, chiamata Qaraouiyine. Fes è stata a lungo conosciuta come fonte di apprendimento e di competenze. Questa è un’eredità che la città ha conservato fino ad oggi.

Cosa vedere e fare in due giorni in questa città iconica?

Giorno 1: Visita della medina

  • Visitate la moschea Qaraouiyine, il museo Nejjarine dedicato al legno e gli hammam.
  • Visitate il quartiere degli artigiani e imparate le tecniche degli artigiani di numerose industrie: lavorazione del legno, del cuoio, della ceramica…

Giorno 2: Fuori dalla medina

  • Visita la Città Nuova, un quartiere della medina costruito dal protettorato. Comprende molti edifici coloniali tra cui la chiesa di San Francisco.
  • Passeggia nel parco Jnan Sbil, un paradiso di pace e tranquillità con il suo fogliame lussureggiante e i suoi sentieri ombreggiati.
  • Visitate il quartiere di Fes Jdid e il Mellah, il più antico quartiere ebraico del Marocco. Visita le sinagoghe dall’aspetto solenne di Aben Danan e Al Fassiyine. Passeggiate lungo la bella via Bou-khessissat, fiancheggiata da case con balconi che si aprono all’esterno.
  • Visita Borj Nord, che oggi ospita il Museo delle Armi. Preparati ad essere trasportato indietro nel tempo attraverso una mostra cronologica di armi che vanno dall’antichità ad oggi. Il forte ha una vista spettacolare sull’insediamento.

Visitare Fes in 3 giorni

Viaggiare a Fes è più di un’avventura spaziale in Marocco. Visitare questa città imperiale, ma ancora insolita, è anche, e soprattutto, una fuga nel tempo. Poiché le epoche si sono fermate nella città antica. Andare a visitare Fes è quindi un’occasione per connettersi con la storia. Fes, d’altra parte, è una destinazione eccezionale, una parentesi incantata, per evitare il freddo dell’Europa. Poiché l’atmosfera è piacevole quasi tutto l’anno e si presta magnificamente a una fuga fuori dai sentieri battuti.

Giorno 1:

  • Vai avanti fino all’assalto di Medina. Questa mossa è fondamentale per conoscere meglio Fes. Prendetevi il vostro tempo per vagare attraverso i suoi vicoli tortuosi, senza tempo. Eppure inespugnabile, e i souk leggendari divisi per specialità: vino, elettronica, ceramica, brasserie, pelletteria…
  • Il giardino di Jnan Sbil. Innanzitutto, l’ingresso è gratuito. Questo parco fuori dalla medina è un piccolo, sublime, tranquillo rifugio dove palme, aranci. E fontane giocano all’unisono, trasportando i visitatori lontano dal mondo caotico e febbrile della medina.

Giorno 2:

  • Il quartiere dei ramai. Si trova a pochi passi dalla conceria di Chouara. Scoprite il talento degli innumerevoli artigiani che trasformano il bronzo, il peltro o lo stagno in opere d’arte.
  • Continuate a sud della città vecchia per vedere i vasai e godere del loro lavoro. Infatti, le ceramiche di Fes sono considerate tra le più squisite del Marocco. Il souk delle ceramiche è anche uno dei più frequentati della città.
  • Il Palazzo Al Glaoui. È una sontuosa residenza aperta al pubblico, costruita all’alba del XIX secolo. Il palazzo è diviso in 17 case. Ci sono anche due enormi giardini, innumerevoli fontane, un cimitero, due bagni moreschi, un frantoio e una Medersa.

Giorno 3: lasciare la medina

Il terzo giorno, lasceremo la città antica ed esploreremo:

  • Il Palazzo Reale.
  • Le tombe merinidi.
  • La città nuova di Fes.

Cosa è meglio, visitare Fes o Marrakech?

Questa è una domanda difficile a cui rispondere perché non esiste una destinazione ideale. C’è sempre l’altro lato della medaglia. Come possiamo assistervi in questa situazione?

Quello che possiamo già affermare è che tutto dipende dai vostri obiettivi, desideri e sogni. Se cercate l’unicità, l’originalità o un posto fuori dai sentieri battuti, Fes potrebbe essere l’opzione migliore. Inoltre, hai senza dubbio visto, rilevato, che la medina di Fes è eccezionale, autentica, e dove troverai dei veri artigiani. Ci sono anche deliziosi Riads, ma non ce ne sono abbastanza. Tuttavia, la consistenza è presente.

Se cerchi vita notturna, bar chic e confortevoli (ce ne sono alcuni a Fes), allora puoi andare a Marrakech. Tuttavia, potresti non scoprire il Marocco più profondo.

Di conseguenza, tutto è relativo e dipende dalle vostre decisioni. Fes è una città più tranquilla e meno tumultuosa. Mentre Marrakech, una città straordinaria, ha troppe cose da fare ma anche troppa gente.

L’ultima parola? In ogni caso, queste due città non vi deluderanno! Vi sembra che la soluzione sia diplomatica? Forse, ma questa è la verità.

Dove dormire: i migliori quartieri di riposo

È indiscutibilmente nella medina! Il tutto per una serie di ragioni. Per cominciare, dormire nella medina è il modo perfetto per immergersi in questa città secolare e affascinante. E quando scende la notte, questa città ancestrale assume una dimensione completamente nuova.

Dormire in questo storico quartiere antico è un must durante il vostro tour, anche se è solo per una notte! L’antica città di Fes è rimasta quasi immutata negli ultimi dodici secoli. Rimanendo fedele al suo antico ritratto, che aggiunge al suo fascino inesauribile. Vivrete la bellezza della medina dormendo lì.

Non preoccupatevi di essere distratti dai suoni degli artigiani. Dato che i negozi chiudono alle 9 di sera, tutte le operazioni si fermano e c’è un silenzio totale. Sarete in grado di dormire bene, recuperare la vostra resistenza. E naturalmente rinfrescare le batterie per un altro giorno di attività e scoperte a Fes.

Naturalmente, avete la scelta di dormire a New city. Anche questo ha i suoi vantaggi. Tutto è raggiungibile a piedi e si può godere della vita notturna di Fes e incontrare nuove persone.

Non c’è niente che ti impedisca di scambiare il tuo soggiorno nella Medina per qualche notte, visitando il quartiere storico, con quello moderno di Fes. Sarebbe un’esperienza più arricchente.

Dove mangiare a Fes, Marocco: 5 posti da provare

Cosa sarebbe un viaggio in Marocco senza assaggiare il cibo locale ed essere accolti calorosamente dalla gente del posto? Abbiamo selezionato cinque ristoranti di Fes che non devi dimenticare.

  • Chez Rachid. Un buon ambiente per un pasto semplice, gustoso e veloce. Potrete gustare il meglio della gastronomia marocchina, l’essenza delle sue spezie, sulla padella. In un ambiente familiare, sarete serviti su una bella terrazza. Questo ristorante si trova a poca distanza dalla piazza Bab Boujloud.
  • Dar Tajine. Quando arriverete, sarete completamente a vostro agio con voi stessi. E tutte le difficoltà del viaggio saranno passate. Tutte le prelibatezze e le spezie del Marocco sono a vostra disposizione in un ambiente familiare perfetto. In questo ristorante potrai finalmente assaggiare la famosa pastilla al piccione, oltre ad altre prelibatezze.
  • La Kasbah vicino alla porta blu. Il pranzo può essere servito su una delle due terrazze che danno sulla piazza Serrajine e sulla porta Bab Boujloud. L’ambiente è abbastanza buono, e il cibo è delizioso e relativamente conveniente.
  • Il Clock’Café è un caffè che serve colazione, pranzo e cena (via Tala Kebira). È un po’ costoso, ma ne vale la pena. È un caffè-ristorante culturale alla moda con molti piani e piccole terrazze adorabili. Gli hamburger di montone sono deliziosamente fragranti e piccanti.
  • Il Café Noria è proprio di fronte al giardino di Jnan Sbil. Serve deliziose keftas. E il suo giardino è un vero santuario della tranquillità.

Come arrivare a Fes, Marocco

In aereo:

Ci sono diverse compagnie aeree a basso costo che volano a Fes. L’aeroporto internazionale di Fes Saïss si trova a circa 15 chilometri dalla città.

È possibile prendere un autobus dall’aeroporto a New City. Tuttavia, se avete molti bagagli. È più economico condividere un taxi con altri visitatori per raggiungere la medina. La tariffa sarebbe di circa 15 euro. Comunque, prima di salire, assicurati di controllare il prezzo con l’autista e anche di contrattare con lui. La contrattazione è una procedura tradizionale a Fes, molto simile a un torneo.

Arrivare in treno a Fes:

La stazione ferroviaria di Fes è situata a nord della Città Nuova. È percorsa da una varietà di treni provenienti da diverse località:

  • Rabat – Fes in 2 ore e 30 minuti
  • Casablanca – Fes in 4 ore circa
  • Tangeri – Fes 4 ore e mezza
  • Marrakech – Fes in 7 ore 15 minuti

In autobus:

Questa è solo un’altra scelta. A Fes, ci sono due stazioni di autobus:

  • La stazione principale degli autobus si trova vicino all’entrata di Ain zleten, a nord della Medina. Offre un servizio per una vasta gamma di percorsi.
  • La stazione CTM si trova nella Città Nuova. È più contemporanea.

Dove posso parcheggiare a Fes?

Vicino alla medina, ci sono numerosi parcheggi. Davanti a Bab Bou Djeloud, e Talaa Kebira a Ain Azleen. C’è un parcheggio custodito di fronte al mercato centrale di New City.

Vale la pena visitare Fes Marocco?

Fes è la città culturale del Marocco. Pertanto, vale la pena visitarla per i molti siti culturali da esplorare.

Per cosa è conosciuta Fes Marocco?

Fes è conosciuta per i suoi siti culturali come l’università Al Qarawyen e la conceria Chouara.

Cosa c’è da fare a Fes di notte?

Dopo una lunga passeggiata a Fes durante il giorno, la cosa migliore da fare la sera è fare un Hammam caldo o quello che si chiama Sauna. Inoltre, si può fare un massaggio per prepararsi per il prossimo viaggio il giorno successivo.

Di quanti giorni hai bisogno a Fes Marocco?

Un giorno a Fes è sufficiente per visitare le attrazioni più ammirate.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>