Kasbah in Marocco, le fortezze più visitate

Ait Ben Haddou Marocco

Le migliori Kasbah del Marocco, i forti e i Glaoui Ksars da visitare:

Il Marocco ha molti monumenti speciali che i turisti possono visitare. Le kasbah sono le più visitate e più interessanti del paese. Qui, Tour In Marocco vi offre una lista delle migliori Kasbah del Marocco da visitare.

Il Marocco era tribale in passato. In altre parole, molte famiglie importanti si sono riunite con diverse famiglie e hanno creato delle tribù. I leader dovevano essere protetti. Pertanto, ogni famiglia o tribù era responsabile della costruzione di una fortezza o di una kasbah. In altre parole, i kasbah sono fortezze costruite per proteggere i capi della tribù dai nemici.

C’è un’altra storia che dice che il nome si riferisce a Ksab, che è il materiale utilizzato per progettare i tetti.

Nota: se viaggiate in Marocco, siamo un’agenzia di viaggi e possiamo guidarvi attraverso queste Kasbah.

1. Ait Ben Haddou:

Il Palazzo Ait Ben Haddou è la migliore e più visitata Kasbah del Marocco, si trova nelle montagne dell’Alto Atlante, sul lato sinistro della strada che attraversa la Valle di Telouet. Ait Ben Haddou è anche chiamato Ksar o Glaoua in riferimento ai Thami El Glaoui e alla sua tribù. Si tratta anche di un gruppo di edifici di fango circondati da alte mura. Il suo fondatore fu l’importante membro della tribù di Ait Ben Haddou; Ben Haddou. Oggi i turisti prendono in considerazione la possibilità di visitarlo dietro il villaggio fortificato.

La tribù ha usato una tecnica molto speciale per costruire questa kasbah architettonica marocchina, hanno mescolato fango e grano di grano. Questo lo fa sembrare molto semplice e forte contro le fluttuazioni climatiche.

Oggi è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO e lo era nel 1987. Questa fortezza è considerata la più visitata.

Quando si parla della tribù di Ait Ben Haddou, c’erano più di 500 persone di diverse religioni e famiglie. Per motivi religiosi, c’è una moschea proprio dietro questa fortezza.

Gli archeologi dicono che sembra essere più antica del XVII secolo a causa della costruzione di mura. Anche se molti dicono che è stato costruito nel XVIII secolo.

La Kasbah è anche circondata da terreni agricoli, cosa che i cittadini fanno per vivere. La cosa interessante della pianificazione urbanistica della Kasbah è che durante l’addestramento dirige l’acqua dall’esterno verso il terreno agricolo.

Cosa vedere nella Kasbah marocchina di Ait Ben Haddou:

Ait Ben Haddou è disponibile a partire da p31. Ha molte cose da fare. Pertanto, i nostri tour con guide locali possono offrirvi una visita del luogo.

Per arrivare in cima e scoprirla, bisogna usare il ponte e le scale che offrono una bella vista sulla valle e sui terreni agricoli.

Lungo la strada, incontrerete gli ammirevoli artigiani, che usano l’indaco e il tè verde o nero per dipingere la Kasbah. Alla fine, bruciano la carta e ottengono gli incredibili colori dell’argilla. Inoltre, nei loro negozi, troverete diverse immagini di film girati ad Ait Ben Haddou, come il Gladiatore.

Film girato in Ait Ben Haddou:

Considerando che Ait Ben Haddou è un luogo dove sono stati girati molti film e serie televisive, questo è un elenco dei più importanti e conosciuti:

  • Lawrence d’Arabia 1962
  • La mummia 1999
  • Alessandro 2004

Contattateci e scoprite di più su Ait Ben Haddou.

2. L’impressionante kasbah marocchina di Telouet:

La Telouet Kasbah si trova nel piccolo villaggio berbero di Telouet. Fu costruito dal più importante della tribù dei Glaoua, Thami El Glaoui, tra il XVIII e il XIX secolo. Inoltre, al giorno d’oggi lo chiamano il palazzo di Glaoua. Per gli occupanti del palazzo, il commercio era l’attività più famosa.

Dall’altra parte della strada della P31 ci sono enormi miniere di sale. Cioè, gli importanti occupanti di Telouet vendevano il sale per le carovane provenienti dal deserto del Sahara per commerciare a Marrakech e in Europa.

L’attuale Telouet Kasbah, comprese quelle vicine, fu costruita esattamente nel 1860. Il famoso è il palazzo che ha avuto bisogno di più di 300 operai per costruire le sue mura con il fango e i tetti con il bambù. Per quanto riguarda il pavimento, è costruito professionalmente con zellige morbido e fango.

Thami El Glaoui era molto popolare ai suoi tempi. Tutto il sostegno è stato dato da lui all’amministrazione francese. Inoltre, ha anche ricevuto aiuto per conquistare molte terre e importanti Kasbah marocchine. Questo prima di morire a Marrakech nel 1953. Da allora, la bella Kasbah di Telouet in Marocco è stata trascurata.

Telouet fortezza in Ouarzazate

3. Kasbah Amrhidil a Skoura, Marocco

La Kasbah di Amrhidil è la più famosa Kasbah architettonica del villaggio di Telouet in Marocco. Dista più di 30 chilometri dalla città di Ouarzazate. E ‘tra più di 30 altre belle Kasbah all’interno dei palmeti. Grazie alla famiglia Nassiri per aver curato la sua struttura, che ne ha aumentato il valore. Per arrivarci, bisogna prendere la strada delle mille Kasbah che lasciano Ouarzazate verso sud.

La Kasbah di Amrhidil fu costruita alla fine degli anni ’50 da Mohamed Nassiri, un importante occupante della famiglia Nassiri.

Oggi è stato trasformato in un museo, dove si possono trovare attrezzi usati per la costruzione con fango e bambù. Inoltre, all’interno si possono trovare monete molto antiche, usanze tradizionali berbere, e cose che erano di proprietà della famiglia della tribù dei Nassiri.

Dopo la più triste morte di Mohamed Nassiri, tutti gli occupanti hanno lasciato la Kasbah in buone condizioni. Redouane Nassiri è arrivato con la passione di ricostruire e restaurare i tetti. Inoltre, ha portato lavoratori per mantenere le pareti di fango distrutte dalle piogge e dalle fluttuazioni del tempo.

Ciò che rende la visita della Kasbah in Marocco molto speciale e imperdibile per i turisti è il fatto che vi si girano diversi film. Per esempio, Alibaba o Lawrence d’Arabia.

Come arrivarci:

Da Marrakech, potete visitare la Kasbah di Nassiri attraverso la strada p31. Inoltre, se avete intenzione di passare la notte a Ouarzazate sia con i tour da Marrakech che con il vostro trasporto. Si può attraversare la strada delle mille Kasbah per più di 30 chilometri fino a Skoura.

Inoltre, se vi trovate nel sud, potete prenotare un tour con Tours In Morocco e poi visitare Skoura e la Kasbah di Amrhidil.

muri di fango in Marocco

4. Taourirt, una delle migliori Kasbah del Marocco, Ouarzazate

Taourirt è una delle migliori e più preziose Kasbah di Ouarzazate dopo i film girati negli studi Atlas. Durante il colonialismo francese, Thami El Glaoui ricevette tutto l’appoggio dei francesi, per conquistare le ricchezze delle tribù del sud.

La Kasbah di Taourirt fu costruita nel XIX secolo e acquistò un valore molto alto durante gli anni ’30. La potenza del Glaoui aumentò. In altre parole, avevano la possibilità di far costruire agli operai altri piccoli ksar e case abusive nei dintorni.

Ha circa 300 camere e la gente lo considera l’unico labirinto di Ouarzazate dove si può godere di una passeggiata.

Attualmente, la bella Kasbah marocchina di Taourirt è semidistrutta. Ma, ci sono ancora diversi membri di beduini che vivono in una piccola parte. La maggior parte di loro sono guide disposte a guidarvi attraverso le parti di Taourirt. Dalla vecchia cucina tradizionale, il soggiorno e altro ancora.

Quindi, se visitate la zona da soli, chiedete di vedere altre parti. Inoltre, se siete alla ricerca di una gita di un giorno da Marrakech agli studi di Taourirt e Atlas, non esitate a prenotare un tour con noi.

Kasbah Taourirt Marocco

5. L’esempio della sopravvivenza delle kasbah in Marocco, Tifoultoute :

Come lo Zar di Ait Ben Haddou, Tifoultoute è un tradizionale villaggio berbero vicino a Ouarzazate. Si trova anche a otto chilometri a ovest della città. Nel comune di Tarmigte, il villaggio di Tifoultoute è noto per la bellezza della sua Kasbah.

Era uno dei palazzi del Glaoua, Thami El Glaoui, il Pascià di Marrakech.

Nonostante il declino del villaggio, il luogo rimane impressionante e maestoso. È stata anche l’ambientazione di film molto famosi come Lawrence d’Arabia di David Lean o Gesù di Nazareth di Franco Zeffirelli. Per visitare la Kasbah di Tifoultoute, è indispensabile essere trasportati in quanto è necessario prendere la strada nazionale n. 9 verso Marrakech. Oggi si è trasformato in un ostello che è come un piccolo albergo con una bellissima vista panoramica su Ouarzazate e le montagne circostanti. Inoltre, offrono prezzi molto buoni per coloro che sono disposti a rimanere e scoprire altre Kasbah della zona. Come ultimo punto, anche la Kasbah di Tifoultoute è trascurata, che nasconde il suo vecchio aspetto e il disegno delle vecchie Kasbah in Marocco.

Kasbah di fango nel sud del Marocco

6. La Kasbah di Udayas nella capitale del Marocco

La Kasbah di Oudayas si trova sulla riva meridionale dell’estuario di Rabat. Questo edificio è unico nel suo genere con le sue pareti blu, progettate e bianche. Il suo nome si riferisce alla tribù degli Udayas che aveva la missione di sorvegliare la città. Inoltre, la costruzione di questa fortezza fu iniziata nel XII secolo dai sultani Almohad Abd-El-Moumen e Yacoub El-Mansour. Passeggiate lungo le magnifiche mura della kasbah fino alla porta degli Udayas.

Utilizzata oggi come piccola sala espositiva, Jemaa Street attraversa tutta la kasbah e vi permetterà di scoprire la più antica moschea di Rabat, risalente al XII secolo. Dalla piattaforma del semaforo si gode anche di un’impressionante vista sul mare. All’ingresso della piattaforma si trova un’interessante cooperativa di moquette da visitare. All’ingresso della piattaforma c’è un’interessante cooperativa di moquette da visitare. La tribù degli Udayas era molto popolare durante il loro tempo, il marocchino Udayas Ksar è un esempio vivente delle kasbah che sono sopravvissute in Marocco. Potete visitarlo con una guida turistica locale marocchina con i nostri tour da Casablanca.

Udayas Kasbah a Rabat

7. Il colorato Mesueum della Kasbah a Chaouen, in Marocco:

Chefchaouen o Chaouen è visitato la maggior parte del tempo per scoprire i suoi monumenti colorati e le sue attrazioni storiche. Tra le Kasbah del Marocco che attraggono i turisti, c’è il Museo della Kasbah a Chaouen. Si trova nel cuore del centro città. Qui avrete la possibilità di dare un’occhiata alle vecchie collezioni di oggetti trovati nella regione di Chaouen. Oltre a questo, è possibile scoprire le vecchie armi, i vasi di tagine e altre cose decorative degli ex occupanti della Kasbah.

Kasbah Meusum a Chaouen

8. Tamdakht Kasbah vicino a Ourzazate, Marocco

Lontano dalla folla di Ait Ben Haddou, il villaggio di Tamdakhte offre una vera e propria immersione nel cuore della cultura e della tradizione Amazigh. Uscire per incontrare gli abitanti del villaggio, passeggiare nei giardini, partecipare ai festeggiamenti. E non dimenticate di andare al Tafarnout (forno tradizionale dove si cuoce l’omonimo pane). D’altra parte, il villaggio di Tamdakhte si trova nella valle di Ounila (nell’Alto Atlante), tra Telouet e Ouarzazate, punto di partenza del percorso delle mille kasbah.

La kasbah Tamdakhte è un gioiello architettonico secolare, purtroppo in rovina. Si dice che in origine fosse la residenza di un leader Amazigh, l’Amghar Ali, o Brahim N’aït Haddou al posto di Glaoui. Quando fu sconfitto e giustiziato nel 1900, la sua casa passò nelle mani dei Glaoui. Inoltre, è stato ampliato dal caïd di Hamou intorno al 1920 e il caïd di Brahim ha aggiunto degli annessi intorno al 1940.

Dopo l’indipendenza, la kasbah servì come prigione per la famiglia Oufkir dopo il tentato colpo di stato del 1972. Il capo dell’esercito e ministro della Difesa di Hassan II. In questa occasione, la kasbah è stata modificata per vietare i contatti con il mondo esterno.

Tamdakht Kasbah

Conclusione:

La kasbah di solito si riferisce ad un edificio quadrato, costruito con terra cruda. Questo tipo di habitat è di origine Amazigh e in questa lingua si chiama Tighremt. La parola kasbah è recente.

La costruzione di kasbah in Marocco segue diverse regole architettoniche. Le pareti sono fatte di argilla (una miscela di terra e paglia secondo un antico processo che isola dal caldo e dal freddo). Inoltre, il centro della casa è costituito da un cortile, che fornisce luce a tutta la costruzione.

Per quanto riguarda l’ornamentazione esterna delle torri e la sommità delle mura. È fatto di adobe. Inoltre, mattoni di argilla di terra cruda, che permette di eseguire modelli di cavità e rilievi che calandrano le parti alte. Per non parlare del fatto che i tetti sono costituiti da travi distanziate, coperte da canne strette, che sono ricoperte di terra argillosa.

Domande frequenti sulle kasbah in Marocco:

Qual è il rapporto tra la kasbah e la medina in una città come Rabat?

La Kasbah rappresenta la vecchia struttura e lo stile di costruzione. In una città come Rabat, ci sono diverse Kasbah che riflettono la vita delle tribù che vivevano nella capitale. Anche il modo in cui hanno protetto i loro importanti occupanti. Pertanto, una Kasbah ha un rapporto combinato con una Medina.

Quando è stato inserito Ait Ben Haddou nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO?

Ait Ben Haddou o la Fortezza di Glaoua è iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1987. Per maggiori informazioni sulla Kasbah di Ait Ben Haddou in Marocco, leggi questo articolo.

Cosa significa una Kasbah?

Una Kasbah in inglese significa una fortezza. Essendo il Marocco una tribù, ogni tribù ha dovuto costruire la propria Kasbah, la maggior parte delle quali possedute e costruite dai Glaoua. Inoltre, molte tribù hanno costruito le Kasbah per proteggere i loro leader dagli occupanti importanti.

Chi è il proprietario della Tamadot Kasbah?

La Tamadot Kasbah era di proprietà di Sir Richard Branson e l’ha acquistata nel 1998. Da allora, l’ha ricostruita in un palazzo straordinario.

In quale Kasbah il Gladiatore è stato ucciso?

Molti produttori cinematografici hanno considerato la kasbah in Marocco come un luogo dove fare delle riprese per i loro film. Il Gladiatore è stato girato nella famosa Kasbah di Ait Ben Haddou a Ouarzazate, in Marocco.

Quanto dista la kasbah tamadot da Marrakech?

La Kasbah Tamadot dista circa 55,1 km. Con i mezzi pubblici, si può guidare circa 1 ora per arrivare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>